Coltivazione Del Riso

Il nostro riso… Come lo coltiviamo?

Benvenuti lettori!
Con il nostro blog vorremmo farvi entrare nella nostra realtà aziendale, partendo da quello che ci sta più a cuore: le risaie dove coltiviamo il nostro riso, secondo i criteri, per noi fondamentali, della biodiversità e della sostenibilità ambientale.
Di stagione in stagione, quindi, andiamo alla scoperta dei lavori che ci impegnano durante tutto l’anno per la coltivazione del nostro riso.

Inverno

Inverno a Villarboit

Strato di neve e ghiaccio sul terreno. Inverno a Villarboit (Vercelli).

L’inverno è la stagione del riposo per la risaia. Mentre il terreno viene ricoperto da un benefico strato di neve, la nostra occupazione principale è la manutenzione dei campi: ripariamo e irrobustiamo gli argini delle risaie e sistemiamo le bocchette d’acqua, in modo che tutto sia pronto per l’arrivo della bella stagione, quando i campi dovranno essere allagati. Anche in azienda ci dedichiamo a lavori di manutenzione, mettendo a punto mezzi agricoli e attrezzi che ci serviranno per la coltivazione del riso.
Questa è la stagione ideale anche per la lavorazione del riso all’interno della riseria: la bassa temperatura contribuisce a mantenerlo inalterato, contrastando la formazione di insetti comuni per questo tipo di prodotto, come farfalline e punteruoli. Le nostre coltivazioni sono biologiche dall’inizio alla fine: in nessuna fase ci affidiamo alla chimica, ma piuttosto a tecniche e saperi tradizionali, in questo caso sfruttando la stagione invernale per poter conservare e lavorare al meglio il nostro riso.  

Primavera – Estate

Primavera e estate a VIllarboit (Vercelli).

Risaie allagate e solchi di trattore. Primavera e estate a VIllarboit (Vercelli).

Con la fine del gelo e l’arrivo della primavera, partono le attività del nuovo anno che porteranno alla semina del riso. Innanzitutto, cominciamo ad arare e dissodare il terreno, per fargli prendere aria e sole: questo aiuta gli organismi presenti nel suolo, finora “in letargo”, a svegliarsi e a cominciare a produrre sostanze nutritive che renderanno il terreno fertile e pronto ad essere coltivato.
Effettuato questo passaggio, che richiede in genere alcuni giorni, procediamo a piantare gli erbai, seminando diverse specie di piante locali, per ottenere la biodiversità necessaria a ricreare gli equilibri del terreno, con la naturale competizione tra le erbe.
In un secondo momento questi stessi erbai vengono sovesciati, ossia rovesciati sotto terra, con due conseguenze benefiche per il terreno: essi fungono innanzitutto da concime naturale; in secondo luogo, quando le risaie vengono allagate, contribuiscono a creare la fermentazione necessaria alla buona crescita del riso. Sono una sorta di fitofarmaco completamente naturale, che alimenta e protegge il nostro riso, che cresce così secondo i criteri dell’agricoltura biologica.
Al termine di queste operazioni si passa alla semina del riso e all’allagamento delle risaie, che rimarranno colme d’acqua per diversi mesi, fino alla fine dell’estate. In questo periodo ci occupiamo prevalentemente della gestione delle vie d’acqua delle risaie, sistemando canali e chiuse, regolando l’irrigazione nei campi e manutenendo le rive con lo sfalcio dell’erba, che cresce abbondante in questo periodo dell’anno.
Allagamento delle risaie. Primavera e estate a Villarboit (Vercelli).

Allagamento delle risaie. Primavera e estate a Villarboit (Vercelli).

Autunno

Autunno a Villarboit (VercellI).

Il riso è pronto da tagliare. Autunno a Villarboit (VercellI).

L’autunno è la stagione della raccolta del riso, che oggi effettuiamo con le mietitrebbie, che tagliano il riso. Quando il raccolto arriva in azienda, il riso viene pulito ed essiccato meccanicamente, per renderlo stabile e duraturo.
Nella nostra azienda, non lavoriamo subito tutto il raccolto, ma man mano, su richiesta dei clienti, con due vantaggi significativi: innanzitutto esso resta più fresco se lavorato su ordinazione; in secondo luogo, questo ci permette di personalizzare il prodotto secondo le esigenze del cliente (riso più o meno integrale, confezionamenti particolari…).
 
Per scoprire come lavoriamo il riso una volta arrivato in pileria continuate a seguirci, uno dei prossimi articoli si occuperà proprio di questo!